Opinioni

qui dico la mia...

Viva i turisti!

La prima cosa che faccio quando arrivo in una città da visitare è recuperare quelle preziose cartine che trovi ovunque, negli aeroporti, nelle stazioni o sparse in città.

Sono comode e pratiche, ti fanno capire in che zona della città sono le attrazioni maggiori, è un caso in cui si può ben dire che la carta non costa…

Così, dovendo ospitare per due settimane a casa Amy, simpatica 21enne irlandese, mi sono detto: le procuro qualche mappa. Non sarà difficile trovarle, a Milano.

Già, ma non gratis. Vado all’Atm ma niente, hanno solo delle strane mappe dei mezzi di trasporto che per qualche misterioso motivo si fermano alla stazione di Loreto, per dire. Se vivi fuori dal centro non sei contemplato. ‘Mappe di Milano? Non ne stampano più da tre anni” mi dicono. Deve essere la spending review.

Niente: niente alla stazione Centrale, niente a Cadorna, niente nelle stazioni della metropolitana.

E’ vero, esistono l’ipad, le app, gli smart phone, ormai con la tecnologia hai tutto a disposizione con un clic, ma vuoi mettere una sana, vecchia cartina da stendere sul tavolo di casa per far vedere a Amy che ‘abitiamo qui’, ‘il Duomo è qua’, ‘i Navigli là’ e così via?

Allora mi decido: vado in edicola e chiedo la cartina di Milano più economica. Tre euro e cinquanta e Amy è accontentata.

Benvenuti a Milano, città dell’Expo. Che Dio ce la mandi buona.

 

 

One Comment

  • Paolo on Giu 08, 2014 Commenta

    Caro Alino,
    Posto che la stimo tantissimo soprattutto per il fatto che mia figlia di 13 anni con lei assolta la rassegna stampa con piacere per il suo modo di condurre la trasmissione su Radio24, io sinceramente, forse per abitudine, sarei andato subito in edicola. In ogni caso penso che Amy possa apprezzare la piantina di Milano anche da Google Maps.

    Saluti
    Paolo

Lascia un commento