Opinioni

qui dico la mia...

Rassègnati, rassegnàti o rassegnatì?

Molti di voi mi scrivono chiedendo: ma questo benedetto hashtag su twitter che usi al mattino si pronuncia #Rassegnàti o #Rassègnati?

C’è una bella differenza e, lo ammetto, fino a oggi ci ho un po’ marciato. Ma è giunto il momento di svelare l’arcano, anche perché a qualcuno ho già risposto.

Intanto l’hashtag non è stato inventato da me bensì da Cecilia, di cui non faccio il cognome perché non so se la prenderebbe bene o male. Dico solo che non l’ho mai ringraziata abbastanza, lo faccio qui pubblicamente. 

Al mattino funziona così: arrivo in radio alle 5,30, accendo il pc e mentre leggo i giornali, sottolineandoli e strappandone le pagine, lancio su twitter i titoli e le notizie che più mi colpiscono. All’epoca, un paio di anni fa credo, dovevo inventarmi un hashtag che caratterizzasse il tutto.

Una parola semplice, efficace, che andasse dritta al punto: chiesi ad alcuni amici più stretti e nel giro di 48 ore Cecilia partorì #Rassegnàti (guardate l’accento, questa è la versione ufficiale e definitiva) banalmente “coloro che seguono la mia rassegna stampa su twitter”.

I #Rassegnati sono questi. Lo stato d’animo non c’entra nulla (lo dico per i simpaticoni che mi scrivono ‘ma questa è una bella notizia, altro che Rassegnati!”) però il doppiosenso è talmente azzeccato che Cecilia merita, oltre a un grazie, una cena, il suo fidanzato permettendo.

p.s. Ah, Dagospia ha copiato Cecilia inventandosi molto dopo “Rassegnati Stampa”, ma noi siamo l’originale…

Lascia un commento