Opinioni

manisulvolante

L’imbianchino siriano

Dovendo fare imbiancare un paio di stanze di casa mi sono rivolto alla mia amica cinese Jessica che a sua volta mi ha segnalato una piccola impresa portata avanti da un ragazzo in gamba: Ahmed.

Leggi →

Buste anodine a Venezia

Sono basito. A dir poco. Leggo sul Corriere della Sera a pag. 9 il verbale dell’interrogatorio a Giorgio Orsoni, sindaco di Venezia.

Ora, Orsoni ha patteggiato una condanna a 4 mesi per finanziamento illecito ai partiti e si è riseduto, come nulla fosse, sulla poltrona di sindaco di Venezia.

“Sono innocente” dice Orsoni. E allora perché ha patteggiato, gli chiedono? “E’ una piccola goccia di sangue che ho dovuto versare, poco più che un incidente”. Un incidente.

Leggi →

L’assessore Fantozzi

Immaginate la scena: una festicciola pre-natalizia nei corridoi ovattati di Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano. L’assessore Roberto Cassago, che peraltro dice di essersi imbattuto nel party ‘perché passavo di lì per caso’, ha l’onore di stappare una bottiglia di spumante. Risate, frizzi e lazzi, auguri, baci, tre, due uno… Pum.

E alè!

Solo che il tappo di questo assessore Fantozzi  va a stamparsi su una tela del ‘700, squarciandola.

Ora, al di là dei populisti d’accatto (hanno rotto un po’ le palle) che mi scrivono ‘ma come è possibile che nella sede della Provincia ci sia una tela del ‘700?!’ come se i palazzi della politica debbano per chissà quale contrappasso essere degli scantinati coi topi (ci manca solo quello che dice ‘vendiamo la tela del ‘700 e diamo i soldi agli esodati!!!’). Ecco, a parte questo, esprimo solidarietà umana a Cassago che oggi su la Stampa ammette: ‘Sono stato un po’ maldestro’. 

Eddai, a chi non è successo di aver rotto un lampadario durante un brindisi?

Certo, poi dici che le Province non fanno danni…

Allegria!!!

Homo loquens

C’è una categoria di persone che non sopporto: coloro che parlano al cinema durante il film. La mia regola è semplice: dal primo secondo di proiezione fino ai titoli di coda sono muto come un pesce. Se mi viene da starnutire mi imbarazzo e tento di soffocarmi nel cappotto, se mi prende uno di quei ‘ranteghini’ con conseguenti colpi di tosse (è successo) vorrei scomparire e bevo come un cammello sperando mi passi. Se devo scartare una caramella ci metto dai 6 agli 8 minuti pensando a tutte le leggi fisiche che consentono alla carta un fruscio limitato. Leggi →

Fuma che ti passa

Costui, preso dal sito corriere.it è il Questore di Napoli, che ieri ha tenuto una conferenza stampa sfumazzando liberamente. Nel video si vede una serie di cronisti col capo chino intenti a scrivere le notizie su una serie di arresti. 2,3, 4 minuti di conferenza, tutti a prendere scrupolosamente appunti, e nessuno che posa un attimo la penna e fa: “Aò, a Questò?”

Poi dicono che vogliono ripristinare le ore di educazione civica a scuola.