Opinioni

febbraio, 2014

Ancora sulla pena di morte

Come sapete, sono assolutamente contrario alla pena di morte, sempre e comunque.

Ho già raccontato di quando conobbi e intervistai (ahimè solo al telefono) Derek Rocco Barnabei, giustiziato in Virginia il 14 settembre 2000. In quel periodo raccolsi tantissime testimonianze sul sistema della pena capitale negli Usa. Testimonianze che ho deciso di pubblicare qui, man mano che le ritrovo nell’archivio di Radio 24.

Come questa: un’intervista a Donald Paradis, incarcerato per 21 anni, di cui 14 spesi nel braccio della morte, in Idaho. Tutto per un crimine mai commesso, come riconobbe lo stesso giudice che aveva pronunciato la condanna due decenni prima.

Leggi →

Si ammazzano, e tu che fai?

A Bangui le persone si stanno ammazzando a colpi di machete, proprio mentre state leggendo queste righe.

E che è Bangui?  Mi pare di sentirvi…Bangui è la capitale della Repubblica Centrafricana e oggi Repubblica (il quotidiano) ne scrive in un reportage di Rosalba Castelletti. Uno dei rari articoli che tentano di accendere i riflettori sull’ennesima tragedia africana. La stampa italiana tratta perlopiù con indifferenza queste notizie. Leggi →

In ricordo di Eluana Englaro

Ho sempre stimato Beppino Englaro. Lo stimo per la battaglia civile che ha portato avanti, da solo, per anni.

Beppino è il padre di Eluana, la cui storia ricorderete tutti. Eluana morì 5 anni fa, il 9 febbraio 2009, e la sua vicenda spaccò in due l’Italia.

Stimo Beppino perché si è battuto per affermare un principio sacro, la libertà e il diritto di scelta, e lo ha fatto nel pieno rispetto delle leggi italiane.

Stimo Beppino perché mentre tutto intorno gente improbabile sbraitava su un caso che appena conosceva, lui opponeva la fermezza di sapere di essere nel giusto.

Sono sempre stato dalla parte di Beppino, senza se e senza ma. D’altronde la vicenda di Eluana è semplicissima, nella sua tragicità. Leggi →

#wondysonoio

image

Segnatevi la data di uscita: mercoledì 12 febbraio, dunque ci siamo quasi…

Segnatevi il titolo del libro: ‘Wondy’, edito da Rizzoli.

Se accettate un consiglio: compratelo! Leggi →